Storia del Premio

SCARICA LA STORIA COMPLETA

1897

L’arte della distillazione è privilegio della famiglia Nonino fin dal 1897

Orazio Nonino, capostipite della famiglia, stabilisce a Ronchi di Percoto la sede della propria distilleria, esistita fino ad allora solamente sotto forma di un alambicco itinerante montato su ruote.

1973

1 dicembre 1973

Giannola e Benito Nonino nel rispetto della tradizione, rivoluzionano il sistema di produrre e presentare la Grappa in Italia e nel mondo. Creano la grappa di singolo vitigno, il Monovitigno® Nonino, distillando separatamente le vinacce dell’uva Picolit.

1974

1 dicembre 1974

Seconda distillazione della Grappa Monovitigno® Picolit, prima distillazione della Grappa Monovitigno® Ribolla.

1975

29 novembre 1975

Ricercando vinacce degli antichi vitigni autoctoni friulani i Nonino scoprono che i più rappresentativi, Ribolla, Schioppettino, Tazzelenghe e Pignolo, sono in via di estinzione, essendone vietata la coltivazione. Con lo scopo di farli ufficialmente riconoscere dagli organi nazionali e comunitari istituiscono il Premio Nonino Risit d’Aur (barbatella d’oro) da assegnare annualmente al vignaiolo che abbia posto a dimora il miglior impianto di uno o più di questi vitigni e una borsa di studio da assegnare al miglior studio, di carattere sia tecnico sia storico relativo ai vitigni Ribolla gialla, Schioppettino, Pignolo e Tazzelenghe.

La giuria è composta da Luigi Veronelli, Orfeo Salvador (presidente centro regionale per la viticoltura e l’enologia del Friuli Venezia Giulia), Antonio Calò (direttore istituto sperimentale per la viticoltura di Conegliano), Ruggero Forti (presidente nazionale e regionale vivaisti), Amelio Tubaro (direttore della produzione agricola assessorato all’agricoltura) ed Ennio Nussi (direttore centro regionale per la viticoltura e l’enologia del Friuli Venezia Giulia).

1976

21 aprile 1976

Giannola Nonino avvia l’iter burocratico per la richiesta di riconoscimento di tali vitigni inviando: lettera ufficiale al centro Regionale per la viticoltura del Friuli Venezia Giulia al presidente Orfeo Salvador e stimolando con sensibilità, passione e insistenza l’Istituto Sperimentale per la Viticoltura di Conegliano il cui direttore era infatti entrato nella giuria del premio.

1977

30 giugno 1977

Con il netto proposito di sottolineare la permanente attualità della civiltà contadina, al Premio Nonino Risit d’Aur viene affiancato il Premio Nonino di Letteratura.

La Giuria è presieduta da Mario Soldati e composta da Elio Bartolini, Gianni Brera, Morando Morandini, Giulio Nascimbeni, Padre David Maria Turoldo e Luigi Veronelli.

1978

Marzo 1978

Su specifica richiesta del Premio Nonino “Risit d’Aur” viene emanato il regolamento CEE n. 347/79 che con decorrenza dal 12.03.1978 autorizza per la provincia di Udine la coltivazione dei vitigni Schioppettino, Pignolo, Tazzelenghe e Ribolla gialla.

1983

Il Premio Nonino “Risit d’Aur” ottiene il regolamento CEE n. 382 del 1983 con il quale i vitigni autorizzati nel 1978 diventano raccomandati.

1984

Viene istituito il Premio Internazionale Nonino riservato ad uno scrittore straniero, purché pubblicato in Italia.

1988

Bruno Munari crea la scultura, ricordo del Premio Nonino.

Premio speciale Nonino a Rigoberta Menchù per la sua testimonianza di contadina guatemalteca, trascritta da Elisabetta Burgos e pubblicata da Giunti. Nel 1993 sarà insignita del Premio Nobel per la Pace.

1990

Viene istituito il Premio Nonino da assegnare ad un “Maestro del nostro tempo”.

1992

23 ottobre 1992

Parigi, il premio Nonino viene invitato presso l’Istituto italiano di Cultura nell’ambito del ciclo “Il viaggio, valori popolari e significati culturali” consacrato alle Fondazioni italiane tra cui Agnelli, Benetton e Fai. Alla giornata dedicata al premio Nonino intervengono al dibattito Jorge Amado, Peter Brook, Emmanuel Le Roy-Ladurie e Claude Levi-Strauss.

1995

11 aprile 1995

Il Maestro Claudio Abbado, in qualità di Direttore Artistico del Festival di Pasqua di Salisburgo affida alla Giuria del Premio Nonino il Premio di Letteratura Festival di Pasqua di Salisburgo.

2000

29 gennaio 2000

Concerto della Mahler Chamber Orchestra diretta da Claudio Abbado per i Venticinque Anni del Premio.

2010

14 giugno 2010

La famiglia Nonino istituisce il coro “Manos Blancas del Friuli”, il primo coro nato al di fuori dal Venezuela.

…“Tutti pensano che per entrare in un coro ci vogliono l’udito e la voce… I bambini del Coro Manos Blancas, anche se non sentono e non parlano, anche se hanno disturbi motori o ritardi nell’apprendimento o sono affetti da autismo hanno imparato la musica con il cuore, la cantano con le mani, avvolte dai guanti bianchi. Esprimono ritmicamente qualsiasi pezzo musicale, tracciano poetiche geografie, inseguono il ritmo delle vibrazioni. Il loro “canto dei segni” è gioia e diritto ad esprimersi, possibilità di partecipare alla vita degli altri.”…

2014

25 gennaio 2014

La Giuria del Premio Nonino si arricchisce di un nuovo membro: Fabiola Gianotti, la prima donna a entrare in giuria nella Storia del Premio Nonino.